#SPECIALE
SVIZZERA CHIAMA ITALIA-VISITA ALLA “MARIJUANA-LIGHT”

Nei giorni scorsi siamo stati in Svizzera, ospiti di alcuni breeder ed aziende produttrici della ormai famosa #MarijuanaLight, la #canapa legale dei nostri vicini d’oltralpe.
Un’ottima occasione di approfondimento e test dopo le notizie sul boom di questi fiori sul mercato svizzero.

In Svizzera, è stata da pochi mesi regolamentata la produzione e vendita della “Marijuana-Light”: genetiche di canapa selezionate, senza semi, con valori di THC entro i limiti di legge,THC<1%, alte percentuali di CBD, dal 10 al 25% ed aspetto, odore e sapore indistinguibili da quelle vendute nei coffeeshop di Amsterdam o nei cannabis social club spagnoli.
Su circa 1000 aziende che sono già nate su tutto il territorio nazionale, 400 hanno attualmente ricevuto una licenza che autorizza alla produzione e vendita dei fiori di queste piante, soddisfacendo la richiesta di un incredibile mercato nascente che non richiede alcun effetto psicoattivo, ma comunque prodotti dalle ottime qualità organolettiche ed alte concentrazioni di CBD, cannabinoide efficace per diverse applicazioni, specialmente per il rilassamento neuro-muscolare e contro il dolore.
Le qualità di questi fiori di canapa legali hanno fatto esplodere talmente tanto questo nuovo mercato che in sole poche settimane è stato registrato in tutte le aziende il sold-out delle scorte con prezzi sul mercato svizzero che vanno dai 6 ai 20€ per 1g di questi fiori.
Il 33% degli incassi va nelle casse dello Stato che ha riconosciuto e tassato i fiori di canapa come succedaneo del tabacco ed aiuto per disintossicarsi da qualcosa di realmente pericoloso per la salute pubblica:
la combustione del tabacco e la nicotina.

Testando diverse varietà con concentrazioni di THC – CBD differenti, legali da consumare anche fumandole come tabacco in luoghi pubblici all’aperto, balzano subito due considerazioni: ottimo sapore ed assenza di effetti psicoattivi.
Dobbiamo dire che essendo selezioni portate avanti da 2 anni circa, la gamma di ibridi è ancora limitata perché attualmente ci sono in tutto “solamente” una decina di genetiche disponibili, e questo si riscontra anche nella conseguente gamma relativamente limitata di sapori, purché sempre ottimi e distintivi in alcune varietà.

Giudizio sommario:
Curiosa, da provare se vi trovaste in Svizzera, ma i prezzi sono ancora troppo alti;
Ottima con concentrazione di CBD>20% come miorilassante;

N.B.
Vi ricordiamo che attualmente le sole varietà di canapa coltivabili in Italia sono quelle iscritte nel registro sementi EU a THC<0,2%